20
Gennaio 2022
Entropia

Diario editoriale #67: il 2022 per chi combatte l’entropia

Scritto da: Ezio Quarantelli

Noi italiani ed europei viviamo uno scampolo di Belle Epoque.

Ci spaventa il “caro bollette”, ma le nostre case hanno temperature molto più che confortevoli.

Per Natale siamo usciti dai supermercati coi carrelli strapieni di cibarie di ogni tipo, in quantità sufficiente a sfamare un intero condominio.

Nonostante un inverno finora assai mite, le nostre città sono percorse da orde di persone (spesso giovani) coperte come se dovessero attraversare l’Alaska.

Se si svestissero, la gran parte di loro rivelerebbe un’intera geografia di tatuaggi costati quanto basterebbe per far studiare per alcuni anni un ragazzino indigente.

In coda ai semafori, nei centri delle grandi città, si vedono lunghe file di auto di lusso, ingombranti e aggressive, come oggi si usa.

Per non parlare dell'esercito di cani nutriti, curati ed esibiti...

Non ho niente, come ovvio, contro il buon cibo, una sciarpa di lana, i tatuaggi, che possono essere una forma d'arte, o degli inermi quadrupedi, ma è la dismisura che mi colpisce e mi scandalizza. Perché intorno a noi il mondo è in pezzi. Nuove povertà, venti di guerra, striscianti forme di neocolonialismo, distruzione progressiva e sistematica dell’ambiente, quotidiani attentati alla libertà anche soltanto di pensiero… ovunque ci si volga l’orizzonte, appare minaccioso.

È straordinaria la capacità dell’uomo di costruirsi una bolla, dentro la quale accomodarsi, ignorando il resto.

Il singolo – è evidente – non può farsi carico dei problemi del pianeta, ma dovrebbe almeno prenderne coscienza, rallegrarsi per la condizione di assoluto privilegio in cui talvolta vive (e non mi riferisco ai super ricchi, ma alla gran parte di noi, gente normale) e provare a pensare a come può evitare di peggiorare la situazione. Prima che sia troppo tardi.

Esagero? Mah… Bisognerebbe parlare con chi non ha un tetto, non ha di che nutrirsi, non ha chi lo curi e non ha neppure la libertà e la possibilità di dire ciò che pensa, per capire se davvero esagero. O con chi vive in quella parte di mondo dove l’emergenza ambientale è già una dura realtà quotidiana. Tutte persone che hanno un nome, sentimenti, desideri, sogni e… una sola vita, proprio come me o voi che mi leggete.

Ben inteso, c’è chi lotta contro l’entropia. E fa il suo dovere (magari come il piccolo colibrì della leggenda africana, cara a Pierre Rabhi), cerca di pensare con la propria testa, combatte per sé e per gli altri, e mette ogni giorno un piede davanti all’altro, costi quel che costi.

Ecco, il nostro lavoro editoriale del 2022, per quanto potremo, e in varie forme, lo dedicheremo proprio a questo esercito silenzioso sulle cui spalle ricade l’unica speranza di un possibile riscatto.


Lascia un commento

I più letti

«Nihyakutōka»: il 210° giorno del Giappone
2 . 04 . 2019

«Nihyakutōka»: il 210° giorno del Giappone

Dalla postfazione di Andrea Maurizi, traduttore e curatore de Il 210° giorno di Natsume Sōseki.Andrea Maurizi è docente di lingua e letteratura gi...

Scritto da: Redazione

Leggi post
200 anni di Walt Whitman
31 . 05 . 2019

200 anni di Walt Whitman

In occasione dei 200 anni dalla nascita di Walt Whitman (1819-1892), pubblichiamo la prefazione di Roberto Sanesi (1930-2001) alla raccolta di poe...

Scritto da: Redazione

Leggi post
Lindau cerca nuove storie e nuove scritture
15 . 04 . 2019

Lindau cerca nuove storie e nuove scritture

Lindau cerca nuove storie e nuove scritture.Insomma, nuovi autori, che sappiano raccontarci il mondo in cui viviamo in un modo che (possibilmente)...

Scritto da: Ezio Quarantelli

Leggi post

Archivio

Aprile 2022

Marzo 2022

Marzo 2022

Febbraio 2022

Febbraio 2022

Gennaio 2022

Dicembre 2021

Dicembre 2021

Novembre 2021

Novembre 2021

Ottobre 2021

Ottobre 2021

Settembre 2021

Luglio 2021

Luglio 2021

Luglio 2021

Luglio 2021

Giugno 2021

Giugno 2021

Giugno 2021

Giugno 2021

Maggio 2021

Maggio 2021

Maggio 2021

Maggio 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Gennaio 2021

Gennaio 2021

Gennaio 2021

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Settembre 2020

Settembre 2020

Settembre 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Febbraio 2020

Novembre 2019

Ottobre 2019

Settembre 2019

Giugno 2019

Maggio 2019

Aprile 2019

Aprile 2019

Marzo 2019

Febbraio 2019

Gennaio 2019

Novembre 2018

Ottobre 2018

Ottobre 2018

Settembre 2018

Agosto 2018

Luglio 2018

Luglio 2018

Luglio 2018

Maggio 2018

Maggio 2018

Aprile 2018

Aprile 2018

Aprile 2018

Marzo 2018

Marzo 2018

Febbraio 2018

Febbraio 2018

Gennaio 2018

Novembre 2017

Novembre 2017

Novembre 2017

Ottobre 2017

Ottobre 2017

Ottobre 2017

Settembre 2017

Settembre 2017

Settembre 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Maggio 2017

Aprile 2017

Marzo 2017

Marzo 2017

Novembre 2016

Ottobre 2016

Ottobre 2016

Settembre 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Giugno 2016

Maggio 2016

Maggio 2016

Aprile 2016

Marzo 2016

Marzo 2016

Marzo 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016