13
Maggio 2021
Fine vita

Diario editoriale #50: fine vita, è tempo che si apra un franco dibattito

Scritto da: Ezio Quarantelli

C’è un nostro libro arrivato in libreria da qualche settimana che desidero segnalare ai nostri lettori, ed è Fine vita. Un problema di tutti di Attilio Stajano. Il titolo dice molto sull’argomento trattato, ma vale la pena di aggiungere qualche parola innanzitutto a proposito dell’autore.

Attilio Stajano è un uomo che ammiro: ricercatore industriale, amministratore di programmi di ricerca alla Commissione Europea, European Union Fellow al Centro di studi sull’Europa occidentale all’Università di Pittsburgh e docente universitario a Bologna e al Georgia Institute of Technology (uno dei più importanti centri di ricerca tecnologica degli Stati Uniti), per tredici anni ha lavorato come volontario nel servizio di cure palliative di un ospedale di Bruxelles. Un primo risultato di questo suo impegno duro e sensibile è stato il volume L’amore, sempre, pubblicato da Lindau ormai molti anni fa e che ha ricevuto otto edizioni in cinque lingue.

Il testo che abbiamo appena licenziato nasce, oltre che dalla sua esperienza, dallo studio accurato di quanto hanno legiferato in materia di fine vita alcuni paesi europei (Belgio, Francia, Regno Unito), seguendo differenti cammini e con ricadute diverse (tragiche nel caso belga) nella realtà quotidiana.

Anche l’Italia dovrà presto elaborare nuove regole ed è molto importante che ciò avvenga attraverso un confronto serio e franco e dopo una riflessione attenta su quanto è accaduto altrove.

Il tema della morte e del morire, e quello della malattia e della cura, continuano purtroppo a essere sostanzialmente assenti dal dibattito culturale e civile. Questo non stupisce: viviamo in una società che ha sostanzialmente rimosso la dura realtà della nostra fragilità e finitudine

Neanche la pandemia sembra avere portato consiglio, almeno per il momento, e la giusta corsa al vaccino rischia di diventare uno strumento di rimozione.

Ma rimuovere la morte e il doloroso senso dei nostri limiti significa rimuovere l’umano, forse in nome di un superuomo che verrà, o più probabilmente in ragione di una cieca adesione ai dettami del consumo compulsivo.

Sono molto orgoglioso del fatto che Lindau sia una delle pochissime case editrici italiane che da molti anni dedica a questi argomenti uno spazio costante, cercando di far dialogare culture e sistemi di valori diversi. Questo è anzi uno dei pochi titoli di merito che sono certo di poterci ascrivere.

Ci piacerebbe trovare tanti compagni di strada.


Lascia un commento

I più letti

«Nihyakutōka»: il 210° giorno del Giappone
2 . 04 . 2019

«Nihyakutōka»: il 210° giorno del Giappone

Dalla postfazione di Andrea Maurizi, traduttore e curatore de Il 210° giorno di Natsume Sōseki.Andrea Maurizi è docente di lingua e letteratura gi...

Scritto da: Redazione

Leggi post
200 anni di Walt Whitman
31 . 05 . 2019

200 anni di Walt Whitman

In occasione dei 200 anni dalla nascita di Walt Whitman (1819-1892), pubblichiamo la prefazione di Roberto Sanesi (1930-2001) alla raccolta di poe...

Scritto da: Redazione

Leggi post
Lindau cerca nuove storie e nuove scritture
15 . 04 . 2019

Lindau cerca nuove storie e nuove scritture

Lindau cerca nuove storie e nuove scritture.Insomma, nuovi autori, che sappiano raccontarci il mondo in cui viviamo in un modo che (possibilmente)...

Scritto da: Ezio Quarantelli

Leggi post

Archivio

Dicembre 2022

Novembre 2022

Novembre 2022

Novembre 2022

Ottobre 2022

Ottobre 2022

Ottobre 2022

Giugno 2022

Aprile 2022

Marzo 2022

Marzo 2022

Febbraio 2022

Febbraio 2022

Gennaio 2022

Dicembre 2021

Dicembre 2021

Novembre 2021

Novembre 2021

Ottobre 2021

Ottobre 2021

Settembre 2021

Luglio 2021

Luglio 2021

Luglio 2021

Luglio 2021

Giugno 2021

Giugno 2021

Giugno 2021

Giugno 2021

Maggio 2021

Maggio 2021

Maggio 2021

Maggio 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Gennaio 2021

Gennaio 2021

Gennaio 2021

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Settembre 2020

Settembre 2020

Settembre 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Febbraio 2020

Novembre 2019

Ottobre 2019

Settembre 2019

Giugno 2019

Maggio 2019

Aprile 2019

Aprile 2019

Marzo 2019

Febbraio 2019

Gennaio 2019

Novembre 2018

Ottobre 2018

Ottobre 2018

Settembre 2018

Agosto 2018

Luglio 2018

Luglio 2018

Luglio 2018

Maggio 2018

Maggio 2018

Aprile 2018

Aprile 2018

Aprile 2018

Marzo 2018

Marzo 2018

Febbraio 2018

Febbraio 2018

Gennaio 2018

Novembre 2017

Novembre 2017

Novembre 2017

Ottobre 2017

Ottobre 2017

Ottobre 2017

Settembre 2017

Settembre 2017

Settembre 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Maggio 2017

Aprile 2017

Marzo 2017

Marzo 2017

Novembre 2016

Ottobre 2016

Ottobre 2016

Settembre 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Giugno 2016

Maggio 2016

Maggio 2016

Aprile 2016

Marzo 2016

Marzo 2016

Marzo 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016