25
Marzo 2021
La dubbia arte della recensione

Diario editoriale #43: la dubbia arte della recensione

Scritto da: Ezio Quarantelli

Ritorno sul piccolo e prezioso libro di George Orwell ( Sullo scrivere e sui libri), che esce proprio oggi in libreria per i nostri tipi, per offrirvene un assaggio.

In un pezzo dedicato alle recensioni, Orwell scrive: “Recensire libri in modo prolungato e indiscriminato è un lavoro particolarmente ingrato, fastidioso ed estenuante. Non solo obbliga a celebrare spazzatura – e lo fa, come dimostrerò fra un attimo –, ma anche a inventare di continuo reazioni nei confronti di libri per i quali non si prova spontaneamente alcuna emozione. Il recensore, per quanto nauseato possa essere, è interessato ai libri da un punto di vista professionale, e tra le migliaia che escono ogni anno, ce ne sono cinquanta o cento sui quali avrebbe piacere di scrivere. Se è un recensore di prima qualità, forse riesce a mettere le mani su dieci o venti di essi, ma più verosimilmente soltanto su due o tre. Il resto del suo lavoro, per quanto possa essere rigoroso nell’elogiare o condannare, è essenzialmente un imbroglio. Versa il suo spirito immortale giù per il canale di scolo, mezza pinta per volta. La stragrande maggioranza delle recensioni dà un resoconto inadeguato e fuorviante del libro di cui si occupa. (…) Non si può rimediare a tutto questo finché si continua a dare per scontato che ogni libro meriti di essere recensito. È quasi impossibile parlare di libri in grandi quantità senza celebrare in modo esagerato e volgare la maggior parte di essi. Finché si ha un rapporto professionale con i libri, non ci si rende conto di quanto la maggioranza sia pessima. Ben più di nove volte su dieci, l’unica critica oggettiva sarebbe: ‘Questo libro non vale niente’; mentre la vera reazione di un recensore sarebbe: ‘Questo libro non mi interessa in nessun modo, e non ne scriverei se non fossi pagato’. Ma il pubblico non pagherebbe mai per leggere questo genere di cose. Perché dovrebbe? Si aspetta una guida ai libri che gli vengono proposti accompagnata da un certo tipo di valutazione. Eppure, appena entrano in gioco giudizi di valore, la qualità viene meno. Perché se si dice – e ogni recensore dice questo genere di cose perlomeno una volta alla settimana – che Re Lear è una buona opera teatrale e I quattro uomini giusti è un buon thriller, qual è il significato della parola ‘buono’?”.

Niente male, vero? È uno scritto del 1946, e dunque sono passati 75 anni da allora, ma è cambiato qualcosa? Mi sembra lecito dubitarne.

Foto: ©Roberto Serra / Iguana Press


Lascia un commento

I più letti

«Nihyakutōka»: il 210° giorno del Giappone
2 . 04 . 2019

«Nihyakutōka»: il 210° giorno del Giappone

Dalla postfazione di Andrea Maurizi, traduttore e curatore de Il 210° giorno di Natsume Sōseki.Andrea Maurizi è docente di lingua e letteratura gi...

Scritto da: Redazione

Leggi post
Lindau cerca nuove storie e nuove scritture
15 . 04 . 2019

Lindau cerca nuove storie e nuove scritture

Lindau cerca nuove storie e nuove scritture.Insomma, nuovi autori, che sappiano raccontarci il mondo in cui viviamo in un modo che (possibilmente)...

Scritto da: Ezio Quarantelli

Leggi post
200 anni di Walt Whitman
31 . 05 . 2019

200 anni di Walt Whitman

In occasione dei 200 anni dalla nascita di Walt Whitman (1819-1892), pubblichiamo la prefazione di Roberto Sanesi (1930-2001) alla raccolta di poe...

Scritto da: Redazione

Leggi post

Archivio

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Gennaio 2021

Gennaio 2021

Gennaio 2021

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Settembre 2020

Settembre 2020

Settembre 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Febbraio 2020

Novembre 2019

Ottobre 2019

Settembre 2019

Giugno 2019

Maggio 2019

Aprile 2019

Aprile 2019

Marzo 2019

Febbraio 2019

Gennaio 2019

Novembre 2018

Ottobre 2018

Ottobre 2018

Settembre 2018

Agosto 2018

Luglio 2018

Luglio 2018

Luglio 2018

Maggio 2018

Maggio 2018

Aprile 2018

Aprile 2018

Aprile 2018

Marzo 2018

Marzo 2018

Febbraio 2018

Febbraio 2018

Gennaio 2018

Novembre 2017

Novembre 2017

Novembre 2017

Ottobre 2017

Ottobre 2017

Ottobre 2017

Settembre 2017

Settembre 2017

Settembre 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Maggio 2017

Aprile 2017

Marzo 2017

Marzo 2017

Novembre 2016

Ottobre 2016

Ottobre 2016

Settembre 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Giugno 2016

Maggio 2016

Maggio 2016

Aprile 2016

Marzo 2016

Marzo 2016

Marzo 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016