22
Ottobre 2020
ottimisti a tutti i costi?

Diario editoriale #24: ottimisti a tutti i costi?

Scritto da: Ezio Quarantelli

L’Ufficio Studi dell’Associazione Italiana Editori si è da tempo assunto il compito (sempre più oneroso) di diffondere ottimismo, quanto meno fra gli addetti ai lavori.
 
Nella tradizionale conferenza stampa che accompagna i lavori della Fiera di Francoforte (quest’anno rigorosamente on line) si è salutata con un certo entusiasmo la ripresa del mercato editoriale dopo il lockdown e quella delle librerie fisiche in rapporto a quelle online.

I dati nudi e crudi sono però questi: nei primi nove mesi del 2020 il mercato ha perso il 7% rispetto allo stesso periodo del 2019. Le vendite nei canali fisici rappresentano il 57% del mercato, mentre nel 2019 rappresentavano il 73% (!).

Molta allegria ha poi suscitato un dato ulteriore: nel 2019 (l’ultimo anno per cui disponiamo di dati completi) il mercato è quasi tornato ai livelli del 2011 (l’ultimo anno pre-crisi). Beh, mi viene da dire, ci si accontenta facilmente!

Ormai mi sono convinto che lavorando di medie e di percentuali e scegliendo accuratamente il punto di osservazione si può affermare tutto e il suo contrario. È però anche vero che quando si scende sul terreno della realtà (e dunque degli affitti e degli stipendi da pagare, delle bollette che scadono, delle fatture da onorare) le cose assumono un altro aspetto, in genere abbastanza univoco.

Quel 7% in meno – che non è ovviamente distribuito in modo equo tra tutti gli operatori – significherà la morte di qualcuno e l’inizio dell’agonia di altri. L’importante spostamento delle vendite verso l’online (Amazon, soprattutto) significherà nuove chiusure o comunque politiche sempre meno attente alla varietà e ricchezza della proposta e sempre più misurate sulla redditività.

Che ne sarà dunque della bibliodiversità, la giusta parola d’ordine di tanti discorsi e di tante battaglie recenti? La salverà Amazon e un pugno di librerie indipendenti miracolosamente sopravvissute? E cosa faranno le catene, cresciute nel 2019 come quota di mercato, ma sempre più in difficoltà e spesso ispirate da logiche miopi, anche se schiettamente commerciali?

A chi studia il mercato editoriale personalmente chiedo analisi più articolate e più approfondite, capaci di dar conto della realtà in tutte le sue sfaccettature. Solo così si potrà pensare di offrire a chi ci governa (?) qualche suggerimento intelligente ed efficace.


Lascia un commento

I più letti

Diario editoriale #77: un piccolo colibrì, un grande incendio
23 . 12 . 2022

Diario editoriale #77: un piccolo colibrì, un grande incendio

Al termine di un anno difficile come questo e con la prospettiva di mesi a venire ancora più complicati, in me si è sempre più fatta strada l’idea...

Scritto da: Ezio Quarantelli

Leggi post
Giulio Einaudi
1 . 12 . 2022

Diario editoriale #76: un identikit (e un editore molto ammirato)

Durante una recente intervista mi sono state poste alcune domande che vorrei condividere con chi ci legge.Innanzitutto mi hanno chiesto di definir...

Scritto da: Ezio Quarantelli

Leggi post
La storia dell’amore… animale! Un’intervista a Roberto Marchesini
2 . 02 . 2023

La storia dell’amore… animale! Un’intervista a Roberto Marchesini

Quando ci accingiamo a parlare di “amore per gli animali”, veniamo solitamente ricambiati da un sorrisino benevolo, quasi si trattasse di un “piac...

Scritto da: Redazione

Leggi post

Archivio

Giugno 2024

Maggio 2024

Marzo 2024

Dicembre 2023

Febbraio 2023

Dicembre 2022

Dicembre 2022

Novembre 2022

Novembre 2022

Novembre 2022

Ottobre 2022

Ottobre 2022

Ottobre 2022

Giugno 2022

Aprile 2022

Marzo 2022

Marzo 2022

Febbraio 2022

Febbraio 2022

Gennaio 2022

Dicembre 2021

Dicembre 2021

Novembre 2021

Novembre 2021

Ottobre 2021

Ottobre 2021

Settembre 2021

Luglio 2021

Luglio 2021

Luglio 2021

Luglio 2021

Giugno 2021

Giugno 2021

Giugno 2021

Giugno 2021

Maggio 2021

Maggio 2021

Maggio 2021

Maggio 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Aprile 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Marzo 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Febbraio 2021

Gennaio 2021

Gennaio 2021

Gennaio 2021

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Dicembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Novembre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Ottobre 2020

Settembre 2020

Settembre 2020

Settembre 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Luglio 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Giugno 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Maggio 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Aprile 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Marzo 2020

Febbraio 2020

Novembre 2019

Ottobre 2019

Settembre 2019

Giugno 2019

Maggio 2019

Aprile 2019

Aprile 2019

Marzo 2019

Febbraio 2019

Gennaio 2019

Novembre 2018

Ottobre 2018

Ottobre 2018

Settembre 2018

Agosto 2018

Luglio 2018

Luglio 2018

Luglio 2018

Maggio 2018

Maggio 2018

Aprile 2018

Aprile 2018

Aprile 2018

Marzo 2018

Marzo 2018

Febbraio 2018

Febbraio 2018

Gennaio 2018

Novembre 2017

Novembre 2017

Novembre 2017

Ottobre 2017

Ottobre 2017

Ottobre 2017

Settembre 2017

Settembre 2017

Settembre 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Luglio 2017

Maggio 2017

Aprile 2017

Marzo 2017

Marzo 2017

Novembre 2016

Ottobre 2016

Ottobre 2016

Settembre 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Luglio 2016

Giugno 2016

Maggio 2016

Maggio 2016

Aprile 2016

Marzo 2016

Marzo 2016

Marzo 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016

Febbraio 2016