9
Marzo 2016
Self-publishing e i fondamentali editoriali

Self-publishing e i fondamentali editoriali. Scrivere un testo, pubblicare un libro

Scritto da: Ezio Quarantelli

Uno dei fenomeni editoriali degli ultimi anni è sicuramente quello del self-publishing, cioè dell'autopubblicazione. Ci sono molti siti dedicati a questa pratica, talvolta anche sponsorizzati o sostenuti da editori importanti, e ciclicamente si torna a parlarne, quasi sempre a sproposito.

Non sarà male, allora, tornare ai «fondamentali» della nostra professione.

Un autore pubblica un libro? Io direi di no.
Un autore scrive un testo, un editore pubblica un libro.
Tra il testo e il libro corre una grande differenza.

Il testo è una produzione in certa misura «privata», anche quando è pensato fin dall’inizio per un pubblico; il libro è un prodotto che nasce per essere visto, acquistato e, si spera, letto. Senza un buon editingcioè un serio e accurato lavoro di revisione, e senza il competente intervento di grafici, correttori di bozze, stampatori, comunicatori, l'ufficio stampa della casa editrice, venditori, gli eroici agenti delle reti di promozione, distributori, librai, tutti, grandi e piccoli, non nasce un libro, ma qualcosa che soltanto gli assomiglia.

In questi tempi demagogici e faciloni si fa una grande confusione, con i risultati che tutti vediamo: un fiorire di testi autopubblicati che nessuno legge e che, a dispetto di quanto ogni tanto si dice, non servono a nessuno (innanzitutto non servono all’autore); e una qualità del lavoro editoriale sempre più affrettata, quando non scadente.

E se ciascuno tornasse a fare la sua parte, imparando o re-imparando il proprio mestiere? Se l'autore si limitasse a comporre il suo testo e l'editore gli offrisse quel supporto che è ciò che contraddistingue il suo ruolo?

Non sono in gioco, o in discussione, gerarchie o precedenze, ma, semplicemente, professionalità diverse e complementari.

In ogni caso, per quanto mi riguarda, e diversamente da molti colleghi, non prendo volentieri in considerazione i libri autopubblicati.
A me piacciono le persone modeste.


Lascia un commento

I più letti

Piccoli editori, cattivi pagatori?
29 . 11 . 2016

Piccoli editori, cattivi pagatori?

Piccoli editori, cattivi pagatori. Ogni tanto sul web viene riproposta questa equazione, ma è proprio così? In linea generale sì, è spesso così. N...

Scritto da: Ezio Quarantelli

Leggi post
Caro Motta, era difficile fare di più
18 . 10 . 2016

Caro Motta, era difficile fare di più

La politica di Federico Motta, presidente dell’Associazione Italiana Editori, comincia a dare i suoi frutti. Proviamo a elencarli: 1) due saloni d...

Scritto da: Ezio Quarantelli

Leggi post
Salone del Libro: chiamata alle armi contro l'arroganza e i soprusi
20 . 09 . 2016

Salone del Libro: chiamata alle armi contro l'arroganza e i soprusi

Tutto è cominciato con un'idiozia (l'idea di trasferire altrove il Salone del Libro di Torino). È proseguito con un sopruso (la decisione di crear...

Scritto da: Ezio Quarantelli

Leggi post